Trattamento onicomicosi

Per onicomicosi in campo medico, si intende una patologia della lamina (una parte dell'unghia). Si tratta di una forma di onicopatia derivante dall'azione di un fungo patogeno causata di solito da una forma dermatofita come il Tricophyton rubrum , che colpisce in particolare le unghie dei piedi.

Questa patologia di rado guarisce senza aver effettuato nessun trattamento, può inoltre caurare dei danni anche permanenti alle unghie. La lamina ungueale dell'alluce è colpita  nella maggior parte dei casi, in particolare nella parete distale mediale e/o laterale con una progressione in senso prossimale che può determinare la lisi completa della lamina con conseguente caduta.

Sebbene non costituisca un pericolo per la vita dell’individuo, la micosi delle unghie rappresenta comunque un importante problema per la salute pubblica a causa della sua elevata incidenza.
Può inoltre causare dolore, disagio e deturpazioni e può produrre delle limitazioni fisiche e professionali. Gli effetti psicosociali ed emotivi derivanti dall'onicomicosi sono molto diffusi e possono avere un impatto significativo sulla qualità della vita.

Le onicomicosi colpiscono in modo rilevante la popolazione dei paesi industrializzati, nella maggior parte dei casi i pazietti affetti da una micosi cutenea  quali per esempio la tinea pedis (c.d. "piede d'atleta") sviluppa secondariamente una onicomicosi, ovviamente l'incidenza aumenta in presenza di alcuni fattori predisponenti quali diabete, immunisoppressione, iperidrosi o bromidrosi e l'aumento dell'età.

I funghi si nutrono di cheratina, cioè la proteina di cui sono formate le unghie, a seconda del tipo e dalla sede dell'infezione della lamina ungueale le onicomicosi si possono classificare in:
- L'onicomicosi sub ungueale distale, è la più frequente ed è caratterizzata da una lamina con ipercheratosi subungueale associata a onicolisi. Nella maggior di dei casi ha un colore giallastro con possibile dolore periunguale.

- L'onicomicosi subungueale prossimale, colpisce pa parte più prossimale della lamina in prossimità della matrice, si presenta con supercfice biancastra che può progressivamnete coinvolgere la lamina in senso prossimo-distale.
- L'onicomicosi bianca superficiale coinvolge la lamina superficialemte, nelle  fasi iniziali possono essere presenti delle piccole ziacche biancastre che possono poi allargarsi su tutta la superfice, il tipologia risulta la più semplice da trattare  è con ottene prospettive di guarigione.

Indispensabile diagnosi differenziale con unghia psoriasica, il lichen planus, l’onicogrifosi, e i traumi alle unghie.
Un trattamento efficace dell’onicomicosi nella maggior parte dei casi non può prescindere dalla’asportazione della porzione di lamina infetta è il successivo trattamento con antimicotici locali (fluconazolo, itraconazolo e terbinafina). Necesassario inoltre la programmazione di controlli periodici solitamente ogni 3 mesi al fine di accertare una possibile recidiva e quindi la necessaria riasportazione della porzione di lamina ancora infetta al fine della completa guarigione.

Dalla mia esperienza per il trattamento di questa patologia la terapia sistemica è indicata quando nelle rare forme d’infezione che coinvolgono primariamente la matrice dell’unghia quindi in presenza dei segni tipici infiammazione quali rossore, dolore, calore, tumefazione.
L'utilizzo di prodotti ad uso topico ha scarsa efficacia nelle forme di onicomicosi subungueale distale in asssenza di una aportazione della porzione di lamina infetta.

CASO CLINICO "onicomicosi bianca superficiale"

     

CASO CLINICO "onicomicosi subunguale"

      

CASO CLINICO "onicomicosi subunguale totale con grave iperidrosi"

   

    

   

   

 

 


Copyrights ©2017: Ortopedia Bello SRL P.IVA/CF 04211820750 - Laboratorio Ortopedico, Ambulatorio di Podologia | Cookie policy
Privacy Policy